• 0

FOX INTERNATIONAL @ HAMMERSMITH – LONDON

FOX INTERNATIONAL A LONDRA: MISSIONE (QUASI) IMPOSSIBILE!

Nei nuovi contesti urbani, dove facility post e studi sono costretti a essere, oggigiorno, è sempre una sfida ricavare gli spazi giusti per il reparto “pro audio”. Perché, non dimentichiamolo mai, la geometria è importante, anzi, fondamentale. Londra, UK – Hammersmith, estate 2014. La Fox International Channels UK trasloca di qualche isolato. E, nel nuovo edificio, costruito e pensato per uffici di rappresentanza high-end, si colloca al terzo piano.

Lo spazio dedicato a due control room 5.1 ITU-compliant con vocal booth condiviso e una sala editing Avid con funzione mix 5.1 ITU-compliant combinato è poco più di 40 mq, naturalmente disposti per lungo, contro le strutture portanti interne al palazzo, che ospitano gli ascensori.

Il brief è impegnativo: poco spazio, “ricavato” ai margini di un open space piuttosto trafficato, un’esigenza di isolamento pressoché assoluto, considerato che si faranno mix a elevata pressione sonora e riprese voce; per di più, lo spazio consente solo di muoversi lungo un lato, quindi la geometria ideale per le sale mix semplicemente non c’è (il famigerato rapporto 2/3).

COME FARE, QUINDI?

Ci siamo inventati il binocolo 🙂 per salvare capra e cavoli e abbiamo così “infilato”, in poco più di 20 mq, due control room 5.1 ITU-compliant con vocal booth condiviso.

IL TEMPO A DISPOSIZIONE? DUE SETTIMANE

La tempistica è stata molto stretta. Abbiamo avuto meno di due settimane per realizzare tutte le sale, partendo dalla scatola vuota. Allora ci siamo inventati lo studio, in scatola 🙂 Le strutture e la falegnameria (battiscopadiffusoricornici) sono state prodotte su misura nel nostro laboratorio, in Italia. Abbiamo effettuato un pre-montaggio completoe verificato ogni dettaglio. Poi abbiamo ottimizzato l’inscatolamento per il trasporto, producendo casse di legno ad hoc.

Siamo arrivati in cantiere con il nostro bilico dedicato partito dall’Italia il 2 di Gennaiocon un unico trasporto abbiamo portato a Londra tutte le attrezzature a noi utili, oltre a tutti i materiali da costruzione, fibra di poliestereinclusa e tutto il prefinito già prodotto in Italia: porte, inclusa una scorrevole a elevate prestazioni acustiche, visive, console.

Il resto del piano era già quasi del tutto terminato, allestimenti, arredi, parquet – abbiamo lavorato “dexterizzando” l’ambiente per proteggerlo da eventuali danni incidentali.

In questo caso ci è stato chiesto di fornire anche gli ascolti per tutte e tre le control room – la scelta è caduta su Genelec.

Anche le console, considerati gli spazi, sono custom – abbiamo dovuto pensare inserti fonoassorbenti per le “ali”, a contrasto di prime riflessioni fisiologiche, dovute alla forma delle sale mix.

Il cablaggio da ospitare nel trattamento acustico era tale e tanto che il montaggio dei corrugati, a ospitarlo, ha richiesto più di un lavoro manuale di… Semplificazione 🙂

ALLA FINE CE L’ABBIAMO FATTA!

Abbiamo centrato pienamente l’obiettivo. La sale di Fox, a Londra, sono state felicemente operative in tempo utile.

Author: thespace

Lascia un commento